Curiosità sul Calcio

Quanto guadagna un arbitro di Serie A? Cifre e dettagli

Quanto guadagna un arbitro di Serie A

Quanti soldi prende un arbitro di Serie A? Vediamo cifre e dettagli

Il calcio è lo sport a livello nazionale amato e seguito per eccellenza da milioni e milioni di italiani. E’ chiaramente composto da tantissime figure, come possono essere calciatori, allenatori, dirigenti… ma come non scordarci della categoria degli arbitri? Il ruolo dell’arbitro è fondamentale all’interno di una singola partita che spesso e volentieri può decidere un intero campionato. Ma quanto vale dunque la pressione dell’arbitro? Quanto guadagna un arbitro di Serie A a partita? Quanti soldi prende al termine del match? Cerchiamo di dare una risposta a questa interessante domanda in questo inedito articolo firmato CalcioReporter.

Quanto guadagna un arbitro di Serie A?

Sembrava molto più difficile del previsto capire quanto guadagna un arbitro di Serie A, ma cercando sul web abbiamo trovato dati molti interessanti. Il guadagno di base di un arbitro italiano è di circa 45mila euro annui come minimo. Questo vuol dire che, sempre di base, può prendere molti più soldi, ma non sotto la soglia citata in precedenza. Inoltre il compenso a partita in Serie A è di circa 3800 euro lordi aggiuntivi.

A questi vanno poi aggiunti i vari rimborsi spese, come per esempio le spese per il viaggio, vitto ed alloggio in strutture convenzionate ma comunque di alto livello. Tuttavia, per capire quanti soldi realmente prende un arbitro a partita, bisogna considerare anche altri fattori: giocano un ruolo fondamentale nella cifra totale anche l’esperienza dell’arbitro, numero e tipologia di gare dirette ma soprattutto il ruolo che si è svolto in quella gara. Chiaramente un conto è essere un arbitro addizionale come ad esempio il quarto uomo, un conto è dirigere la gara da arbitro centrale.

Quanti soldi prende un arbitro in Coppa Italia e Supercoppa?

Dopo aver capito quanto guadagna un arbitro di Serie A per ogni partita del massimo campionato italiano, dobbiamo capire quanti soldi prende per arbitrare la coppa nazionale (nonché la Coppa Italia) e la Supercoppa. Nella prima competizione citata il guadagno è pari a circa 1000 euro nella fase iniziale passando ai 3800 euro per la fase finale. A queste cifre vanno chiaramente aggiunti i rimborsi spese citati in precedenza. Per quanto riguarda la Supercoppa il guadagno è pari alla fase finale della Coppa Italia. Dirigere gare di un certo calibro come le finali delle due competizione chiaramente farà salire il livello dell’arbitro, il quale in futuro avrà un guadagno di base sempre più superiore.

E a livello internazionale?

E quanto guadagna un arbitro di Serie A se dirige una gara a livello internazionale? Chi arbitra in ambito europeo (o anche mondiale) avrà avuto in precedenza un aumento del guadagno base derivante dai diritti d’immagine: dai 45mila di default si passa ai circa 80mila euro annui. A gara invece un arbitro internazionale guadagna 4800 euro lordi a partita per coloro che sono considerati Elite, mentre 1100 per i nuovi immessi nell’organico Fifa. Maggior guadagno, chiaramente, ci sarà anche per gli arbitri addizionali, come ad esempio quarto uomo e guardalinee per segnare i fuorigiochi.

Il totale

In fin dei conti, la somma totale del guadagno di tutti e 22 i direttori di gara di Serie A è pari a circa 4 milioni di euro lordi annui. Dopo aver tuttavia descritto tutte le sfaccettature per capire quanto guadagna un arbitro di Serie A di preciso, non si può dividere questa cifra per il numero di arbitri presenti. Questo poiché, per una serie di fattori sopraelencati, il guadagno non può essere equo. Un arbitro come ad esempio Paolo Tagliavento, facente parte dell’Elite di arbitri internazionali e da anni nella scena, guadagnerà sicuramente di più (anche solo per diritti d’immagine) ad esempio di Rosario Abisso. Questo perché il primo citato arbitra più partite e di un certo calibro superiore (come il derby d’Italia Juventus-Inter) al contrario dell’ultimo citato che come ultima partita diretta ha arbitrato in Udinese-Sassuolo.

To Top